Due indizi: pizzico di follia e “birrificio fantasma”. Di chi stiamo parlando? Sicuramente lo avrete già capito: Mikkeller, la prima Brew Firm, fondata nel 2006 a Copenhagen. Viene definito “birrificio fantasma” poiché non possiede un impianto di produzione di proprietà, ma collabora con altri birrifici nei quali produce le sue ricette, solitamente affinate in piccoli impianti casalinghi. Mikkeller nasce dall’idea di Mikkel Borg Bjergsø, un professore di matematica e fisica di un liceo danese, e del giornalista Kristian Klarup Keller. Entrambi desideravano far conoscere le loro produzioni e sfidare i loro amici con gusti nuovi ed intensi. Prima di fondare il birrificio, Mikkel e Kristian si sono dedicati alla riproduzione casalinga di birre già presenti sul mercato. Riscuotendo successo, hanno iniziato a creare le loro ricette, promuovendole partecipando a concorsi, uscendo come vincitori in molti di questi. All’inizio l’attività birraia dei due amici si svolge in casa e le birre da loro create sono servite solamente nei piccoli pub danesi.